12 Settembre 2012 - Kibbuz Ein Gev - Il mio viaggio in Terrasanta

Vai ai contenuti

Menu principale:

12 Settembre 2012 - Kibbuz Ein Gev

12 Settembre 2012
Il kibbuz Ein Gev

Verso mezzogiono siamo arrivati al kibbuz di Ein Gev che era stato ricavato dalle colline desertiche  tutto intorno dai primi coloni israeliani che lo hanno reso un giardino, un centro di congressi e di villeggiatura con numerosi campi ed allevamenti intorno.
A ristorante, come da foto, per mia fortuna, oltre al famoso pesce di San Pietro, bruttissimo ma a detta di Carlo che se lo è spazzolato, molto buono, mi sono mangiato una serie di antipastini ed un discreto piatto di spaghetti che visto il luogo non erano male.
Dopo circa un'oretta e qundi verso le 13.30 abbiamo ripreso il pulmann che ci aveva raggiunto nel frattempo passando sulla strada vicina al lago, per inoltrarci verso il confine Giordano. La giornata non era ancora finita, anzi stava nuovamente per ricominciare con nuove avventure!

Il kibbuz Ein Gev
Il kibbuz Ein Gev
al Il kibbuz Ein Gev
al Il kibbuz Ein Gev
al Il kibbuz Ein Gev - Il pesce di San Pietro

Il kibbuz Ein Gev
Ein Gev è un kibbutz che si trova nei pressi delle rovine di un tempio greco-romano è situato sulla riva orientale del Mare di Galilea . Nel 2002, la popolazione di Ein Gev era di 521persone
Il Kibbutz Ein Gev è nato il 6 luglio 1937 durante la rivolta araba in Palestina (1936-1939) come avamposto israeliano, un debutto comune per molti kibbutz in quel periodo e rapidamente affermatosi come una comunità vitale. I coloni erano immigrati dalla Cecoslovacchia, Germania, Austria, e nei paesi baltici.  
Usando i metodi di coltivazione intensiva, hanno sviluppato piantagioni di banane. Hanno anche pescato il vicino Lago Kinneret .
Situato lungo un confine inizialmente condiviso con la Siria, Ein Gev è stato bombardato durante le Battaglie della Valle Kinarot e in altri impegni durante il conflitto arabo-israeliana del 1948. Questi pericoli sono stati eliminati solo nel 1967 con Guerra dei Sei Giorni quando Israele è riuscito a spostare in modo permanente le forze militari siriane dalle vicine alture del Golan. Il kibbutz gestisce anche un luogo di villeggiatura e di un ristorante di pesce. Nelle attività agricolesono presenti le banane, produzione di latte e l'allevamento di struzzi. Il kibbutz dispone di una sala da concerto per accogliere il Ein Gev Music Festival, che si tiene ogni anno durante la Pasqua .

...gli spaghetti di San Pietro...
Il kibbuz Ein Gev

Cos'è un kibbuz ?
Il termine kibbutz indica una forma associativa volontaria di lavoratori dello stato di Israele, basata su regole rigidamente egualitaristiche e sul concetto di proprietà comune. L'associazionismo in forma di kibbutz risale all'inizio del XX secolo con la fondazione di Degania a sud del lago di Tiberiade, avvenuta nel 1909.
Il kibbutz è stato uno degli elementi fondamentali nello sviluppo di Israele, sia per la forte carica ideologica socialista sia per il fattore innovativo che portava in un'area in cui l'agricoltura era a puri livelli di sussistenza.

Dopo la fondazione dello stato, i kibbutz  israeliani hanno conosciuto un periodo di declino, dovuto sia a motivi ideologici, quali la necessità di impiegare lavoro salariato esterno, sia alla concorrenza delle imprese a carattere privato, sia infine ad una cattiva gestione in periodi di crisi economica.
Il kibbutz è nato come ideale di eguaglianza, di lavoro a favore della comunità; questo comporta per ogni singolo elemento appartenente al kibbutz l'obbligatorietà di lavorare per tutti gli altri elementi dello stesso e in cambio, al posto di denaro ricevere semplicemente i frutti del lavoro altrui, evitando così alla collettività di cadere nelle mani di quello che viene considerato il consumismo di stampo occidentale.

La direzione del kibbutz è formata da un numero ristretto di persone, e le decisioni vengono prese nell'assemblea generale. L'ordinamento interno riguardante l'educazione dei bambini, era fino a non molti anni fa piuttosto ferreo, in quanto non potevano nemmeno vivere assieme alla famiglia.

Se inizialmente i kibbutz si occupavano solo di attività agricole, negli ultimi anni sono stati sviluppati anche progetti manifatturieri diversi