15 Settembre 2012 - In viaggio verso il confine giordano - Il mio viaggio in Terrasanta

Vai ai contenuti

Menu principale:

15 Settembre 2012 - In viaggio verso il confine giordano

15 Settembre 2012
Piantina del percorso da Amman a Gerusalemme

Anche questa giornata  si preannunciava molto densa e prima di arrivare a Gerusalemme, che alla fine non distava tantissimi chilometri da Amman, ci aspettavano molte importanti esperienze.
In poco tempo siami arrivati al confine chiamato ponte di Allemby o di re Hussein bridge. Qui il confine era più movimentato ed anche in questo caso, fra controlli e ricontrolli molto rigorosi perdendo alla fine circa due ore, siamo entrati in Israele con prima destinazione Gerico. Con piacere abbiamo appreso tale destinazione poichè la visita di tale località non era  indicata nel programma.

Al confine della Giordania
L'Allenby Bridge, noto anche come il Re Hussein Bridge è un ponte che attraversa il fiume Giordano e collega la Cisgiordania con la Giordania. Il ponte è attualmente l'unico punto designato di entrata/uscita per i palestinesi residenti in Cisgiordania per viaggiare dentro e fuori della Cisgiordania.

Il ponte originale fu costruito nel 1918 su un residuo di una vecchio ponte di epoca coloniale dal generale britannico Edmund Allenby. Fu distrutto una volta nella notte dei ponti (operazione Palmach al 16 giugno 1946). Fu nuovamente distrutto durante la guerra dei sei giorni , ma è stato sostituito nel 1968 con uno temporaneo  . Questo ponte si chiama ancora il Ponte di Allenby dagli israeliani, anche se è noto come Al- Karameh Bridge per arabi palestinesi e " re Hussein Bridge" per giordani.
Al trattato di pace alla fine del 1990, tra Israele e Giordania è stato costruito il ponte attuale accanto a quello vecchio di legno
con l'aiuto del governo giapponese.

Il lato del ponte della Cisgiordania è considerato un punto di ingresso di frontiera da parte di Israele e l' Autorità palestinese . È controllata dall'Autorità palestinese in coordinamento con le autorità israeliane. Le autorità giordane riconoscono il ponte come punto di ingresso di frontiera internazionale, ma a differenza di altri posti di frontiera con Israele, non concede visti d'ingresso ai possessori di passaporto straniero a questo incrocio.
I palestinesi se viaggiano all'estero devono utilizzare questo ponte per uscire dal dell'Autorità Palestinese regione West Bank in Giordania e quindi utilizzare il Queen Alia International Airport di Amman per volare all'estero, perché non sono autorizzati ad utilizzare Ben Gurion vicino a Tel Aviv . Permessi di viaggio sia da Israele e le autorità giordane sono tenute, con vario rigore a seconda della situazione politica.
I cittadini israeliani non sono autorizzati ad utilizzare il terminale.
Grosse difficoltà sono esistite con lunghe code per mancanza di personale, ostruzionismo, lungaggini burocratiche e scioperi da parte israeliana offrono sicure critiche da parte internazionale circa il diritto di spostamento delle persone.

Il deserto vicino al Giordano
Donne musulmane alla frontiera Giordana
Alla dogana Israeliana verso Gerusalemme
Alla dogana giordana verso Gerusalemme