12 Settembre 2012 - Il monte delle Beatitudini - Il mio viaggio in Terrasanta

Vai ai contenuti

Menu principale:

12 Settembre 2012 - Il monte delle Beatitudini

12 Settembre 2012
In viaggio il 19 settembre

Ci svegliamo presto poichè la giornata sia annunciava particolarmente impegnativa e densa di emozioni.
Alle 8 del mattino, dopo circa mezz'ora di viaggio, puntualissimi eravamo già ai cancelli del Monte delle Beatitudini.
Il luogo era veramente di "beatitudine" per la magnifica vista sul mar di Galilea, la presenza in zona di numerosi banani ed in un giardino lussureggiante di prati, palme, fiori e bouganville.
Don Flavio ha officiato la Messa in un piccolo spiazzo attrezzato adiacente con vista sul lago.
Emozionante.

La basilica sul monte delle Beatitudini

Il monte delle Beatitudini
Più che di un monte si tratta di una collina situata a poco più di 100 metri di altezza sul lago di Tiberiade.
Sulla sommità sorge un ospizio ed il Santuario delle Beatitudini, opera dell’Associazione Schiapparelli, gestito dalle suore francescane Missionarie del Cuore Immacolato di Maria.
Nella realtà non fu questo il luogo dove Gesù pronunciò il discorso, ma il sito si troverebbe ad una quota più bassa sempre nella regione di Tabgha, si tratta dello stesso luogo dove Gesù scelse i dodici apostoli (Lc 6,12-16).
Giunti sulla sommità restiamo affascinati dallo splendido panorama che si gode dal portico del santuario, da qui la vista sul lago di Tiberiade è unica, sono visibili anche le alture del Golan e la pianura di Jenesaret.
Il Santuario, a pianta ottagonale costruito nel 1938 su progetto dell’arch. Barluzzi, è immerso in un lussureggiante parco.

S. messa sul monte delle Beatitudini
 monte delle Beatitudini

Nel Vangelo secondo Matteo
In questo vangelo vengono enunciate nove beatitudini e sono considerate dai credenti un modello per vivere secondo gli insegnamenti di Gesù.
Le Beatitudini, infatti, descrivono le caratteristiche per essere veramente felici. Quelli che vivono questo messaggio sono i Beati, cioè i felici, coloro che vivono nel Regno di Dio.

(Matteo 5,3-12)
Vedendo le folle, Gesù salì sulla montagna e, messosi a sedere, gli si avvicinarono i suoi discepoli.
Prendendo allora la parola, li ammaestrava dicendo:
Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati gli afflitti, perché saranno consolati.
Beati i miti, perché erediteranno la terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati a causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia.
Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli »   


 La basilica sul monte delle Beatitudini
sul monte delle Beatitudini