19 Settembre 2012 - Gerusalemme- Museo dell'Olocausto - Il mio viaggio in Terrasanta

Vai ai contenuti

Menu principale:

19 Settembre 2012 - Gerusalemme- Museo dell'Olocausto

19 Settembre 2012

Siamo arrivati infine al giorno della partenza ma la giornata era ancora lunga ed altre visite erano previste prima di ritornare in Italia.
Alle 9.00 del mattino eravamo al Museo dell'Olocausto per una breve visita di meno di un'ora. Un tempo troppo ristretto e che avremmo voluto con ragione leggermente ampliare anche perchè, sulla strada del ritorno abbiamo perso troppo tempo in una squallidissima area di sosta ( La Elvis Prisley ...)
I vari padiglioni, tutti in stile molto moderno erano disposti su una intera collina ed a parte la sala in ricordo dei 1,5 milioni di bambini uccisi nei campi di sterminio, ed il tunnel che si "gettava" aprendosi nella valle simboleggiando l'uscita dal tunnel della morte verso la libertà, non abbiamo visto molto e quel poco non è stato particolarmente significativo per ricordare una serie di eventi così tragici per l'umanità. Probabilmente ero stato anche condizionato dalla visita, in anni precedenti, dei reali luoghi dell'olocauso, sicuramente dall'impatto emotivo ben superiore.

Yad Wa-Shem - museo dell'olocausto
È il luogo della memoria dello sterminio degli ebrei durante la seconda guerra mondiale. Il complesso è composto da:
- Il Viale dei giusti

Lungo un viale, che fa da ingresso agli altri ambienti del complesso, sono piantati più alberi, ognuno a ricordo di un uomo "giusto" che durante lo sterminio si è comportato con umanità, a rischio della propria vita, nei confronti degli ebrei perseguitati.
- Museo storico

Attraverso foto, cronache e testimonianze di oggetti e lettere, viene ripercorsa la storia dello sterminio degli ebrei durante la seconda guerra mondiale. Ciò che impressiona in questo percorso, non è solo la violenza e la crudeltà della Shoah, ma la mancanza assoluta di invettiva contro il nazismo: non c’è ombra di vendetta, ma il bisogno di ricordare, di far memoria.
- Museo d'arte dei campi di sterminio.

Raccoglie testimonianze, opere d’arte d’epoca e moderne sulla shoah.
- Hall of Names

In questo locale sono conservati e archiviati tutti i nomi conosciuti degli ebrei uccisi nei campi di sterminio.
- Hall of Remembrance

Sul pavimento di basalto nero di una grande sala, considerata come sinagoga, sono scritti tutti i nomi dei campi di concentramento; nel mezzo un fuoco perennemente acceso.
- Memoriale dei bambini

Una cupola bianca, in mezzo a un giardino fiorito, ospita il ricordo del 1,5 milioni di bambini ebrei sterminati nei campi nazisti. Una notte stellata con una voce che annuncia il nome, l’età e la nazionalità di ogni bambino ucciso è il commovente ricordo di quello che la ferocia umana è arrivata a compiere.

L'olocausto
La mia esperienza ad Auschwitz